Archive for settembre, 2009

La circonferenzazione della retta via fra Seriate e Cremona

mercoledì, settembre 30th, 2009

Da qualche giorno l’Eco di Bergamo ha sollecitato i lettori a segnalare cartelli stradali “anomali”.
Il mio preferito non sta a Bergamo, ma a Seriate.
Sulla tangenziale in uscita da Seriate, quasi per arrivare all’autostrada, c’è un’indicazione chilometrica che dà Cremona distante 132 chilometri.
Sta lì da quando è stata inaugurata la strada, lascito tardivo dei Mondiali del 90, se non mi sbaglio.
Tutte le volte che ci passo mi si stringe il cuore al pensiero della mia mamma lontana.
Così lontana?
Perché, quanto ci sarà da Seriate a Cremona? Davvero ci sono 132 chilometri?
Secondo Google ce ne sono 74 facendo la statale Bergamo – Cremona (in autostrada 20 in più, ma quella è un’altra storia).
Misteri dell’asfalto.
Ma forse è un cartello profetico: sicuramente in tutti questi anni la distanza stradale da quel punto a Cremona è aumentata, a forza di rotondine; si sa che i sindaci bergamaschi hanno questa passione per la circonferenzazione della retta, per cui a forza di dai e di relativistica dilatazione delle lunghezze, prima o poi i chilometri fra Seriate e Cremona saranno davvero un centinaio.

Cartello stradale sulla tangenziale di Seriate

La lunga via tra Seriate e Cremona

[ Come sanno i miei studenti, i cartelli stradali sono una mia fissa; ne parlo a lungo nelle Frecce di Basilea:

http://www.unibg.it/lazzari/doc/le_frecce_di_basilea_e_le_faretre_degli_informatici.htm ]

Quando monitoravo il Duomo di Pavia col pendolo

lunedì, settembre 21st, 2009

Prima di tutto, onore ai caduti.

Ma permettiamoci di dire che i giornalisti italiani non si sono sprecati in fantasia nel parlare di quei poveri ragazzi morti in guerra. E così l’espressione “parà caduti” ha spopolato fra carta e Rete. Il Corriere on line titolava ieri “In Italia i parà caduti”. Lo so che il plurale di paracadute non è paracaduti e non c’è ambiguità, ma il mio orecchio avrebbe preferito altro.

Mi ricorda quel racconto di Campanile in cui Galileo dice al Granduca di aver scoperto che il mondo si muove. E come l’avete scoperto? gli chiede il Granduca. Col pendolo, risponde Galileo. Colpendolo con cosa? di rimando il Granduca. Come con cosa? Col pendolo e basta. E via di questo passo (da leggere: Vite degli uomini illustri). O quel film dove Benigni chiede un prestito in banca e il direttore gli chiede se ha cento milioni investiti. E Benigni… (da vedere: Tu mi turbi).

In settimana abbiamo anche avuto il Milan che “ha espugnato lo stadio di Marsiglia illuminato dal solito Pippo Inzaghi” (TG1, mercoledì – cito a spanne). Naturalmente Super Pippo ha illuminato il Milan, non lo stadio di Marsiglia. Ma la memoria di quella incursione di Adriano Galliani nello stadio di Marsiglia nel ’91 mi ha fatto pensare che Pippo si sia portato da casa le lampadine di ricambio. Per prudenza.

Questo per quel che riguarda il Milan. E la Nazionale? In Nazionale “sale Grosso sulla fascia” (Radio Rai). Così non si forma il ghiaccio per terra.

Giornata nazionale del GPP (Green Public Procurement)

martedì, settembre 15th, 2009

Logo della giornata nazionale degli acquisti verdi
Si svolgerà dal 2 al 9 ottobre 2009 la Maratona per gli Acquisti Verdi, una settimana interamente dedicata agli acquisti verdi su tutto il territorio nazionale.

La Maratona si concluderà a Cremona, al Forum Internazionale CompraVerde-BuyGreen, con la Giornata Nazionale del GPP (9 ottobre) e con l’evento “Dai le tue buone notizie sul GPP”.

Per dettagli:

  • GPPinfoNET, la Giornata Nazionale del GPP nel sito della rete degli acquisti pubblici verdi;
  • Forum Compra Verde, il sito ufficiale del Forum Internazionale degli acquisti pubblici verdi (Cremona, 8-10 ottobre 2009).