Marco Lazzari comunicazione ipermediale, tecnologie per l'istruzione

Pagina aggiornata il: 24-08-2016 alle 12:56

Home > Progetti

Progetti

Alcuni sistemi informatici per i quali sono stato responsabile di progetto e dei quali sono moderatamente orgoglioso:

  • Negli anni Ottanta all'Olivetti mi sono occupato di linguaggi per l'intelligenza artificiale e ho scritto un compilatore per il Prolog e un sistema esperto per la configurazione di minielaboratori Olivetti.
  • Dall'89 al 2001 ho dedicato molto del mio tempo allo sviluppo di sistemi di supporto alle decisioni nel campo della sicurezza delle dighe, esportando poi le idee alla sicurezza monumentale e a quella ambientale (frane).
    Ne sono nati diversi sistemi esperti, che sono stati installati in vari siti in giro per l'Italia e che, nella maggior parte dei casi, stanno ancora funzionando 24 ore su 24, elaborando in tempo reale dati che vengono raccolti da impianti di monitoraggio automatici.
    Nel sito del CESI, che ha assorbito la vecchia ISMES dove lavoravo, ci sono alcune brevi presentazioni di qualcuno dei sistemi che ho prodotto all'epoca come capo progetto: Mistral, per l'interpretazione dei dati di monitoraggio di dighe (principale risultato del progetto DAMSAFE, v. [1] e [2]): installato sulle dighe di Ridracoli, Pieve di Cadore, Cancano, Fusino, Valgrosina, San Giacomo; Kaleidos, per l'interpretazione dei dati di monitoraggio di monumenti: installato a Pavia nel Duomo e sulle torri San Dalmazio, Belcredi, Maino, dell'Orologio, del Carmine e dell'Università; Eydenet, per l'interpretazione dei dati di monitoraggio di frane: installato sulle frane di Spriana, Valpola, Val Torreggio, Campofranscia, Rosone, Semogo, Saviore, Ruinon, Citrin, Bosmatto, Becca di Nona, Vollein.
  • Tra il 1997 e il 2001 sono stato responsabile dello sviluppo del sistema IPACS, un'applicazione web per l'analisi dei fenomeni del calcestruzzo giovane, sviluppata integrando basi di dati, codici numerici e reti neurali; il sistema rappresentava il prodotto finale del progetto IPACS - Improved Prodcuction of Advanced Concrete Structures (Brite EuRam Contract No. BRPR-CT97-0437).
  • Tra il 1999 e il 2001 ho ereditato e condotto a termine il progetto SITUS per la realizzazione di un ambiente di documentazione multimediale per il supporto di scavi archeologici, usato sperimentalmente per una campagna di studi a Pompei (Progetto MURST, Ministero dell'Universita e della Ricerca Scientifica e Tecnologica Rif. 179203-1 3541494, Consorzio CORARC).
  • Nel 2000 sono stato responsabile della comunicazione e dell'immagine per la presentazione di un progetto che ha vinto una gara d'appalto per un importo di oltre 700 miliardi di lire (associazione temporanea di imprese fra Vivendi Water, Enel Hydro, Acquedotto Pugliese, Siba, Italcogim, Emas).
  • Dal 2005 sto portando avanti un progetto legato all'applicazione del podcasting in università e per farlo ho creato un servizio di podcasting che si chiama PLURIVERSIRADIO; Pluri si basa su un software free e open source che si chiama Podcast Generator, cha abbiamo cominciato a sviluppare con una tesi di laurea, poi portato avanti con una borsa di studio e poi con tanta buona volontà di un mio ex studente e ora valido collaboratore, Alberto Betella, che continua a svilupparne il codice; Podcast Generator √® stato usato in questi anni per attivare e gestire almeno un migliaio di servizi di podcasting in giro per il mondo.
  • Ho coordinato lo sviluppo di Babel, archivio bibliografico dell'opera di Edgar Morin, al quale hanno concretamente lavorato Alessandra Bianchi e Ruben Pandolfi.
  • Sono stato responsabile della comunicazione multimediale di alcuni progetti della Provincia di Cremona finanziati dalla Comunità Europea: Compraverde - GPPnet [WebCite] (progetto LIFE 02 ENV/IT/000023); GPPinfoNET, la Rete Informativa sugli Acquisti Pubblici Verdi [screenshot 1, screenshot 2] (progetto LIFE 07 INF/IT/000410); SMARThydro (progetto EISAS/EIE/07/064/2007).
  • Sempre per la Provincia di Cremona ho sviluppato alcuni siti e installazioni museali per l'educazione ambientale: Bosco didattico di Castelleone [WebCite]; Il territorio come ecomuseo [WebCite]; installazioni multimediali nelle sale del Percorso didattico del paesaggio padano di Cascina Stella a Castelleone; e ho anche curato con Antonio Gambarota lo sviluppo del sito del Settore Ambiente.